L’università di Foggia torna a pubblicare un Report delle indagini epidemiologiche condotte nella Provincia di Foggia. Uno studio a cura delle Direzioni strategiche, dei Laboratori SARS-CoV-2 e degli Operatori delle Aziende ed Enti del Servizio Sanitario provinciali, con aggiornamento al 22 aprile 2020.

Questo secondo report presenta i risultati delle attività di sorveglianza sanitaria ed epidemiologica e di diagnostica molecolare condotte nella Provincia di Foggia dall’inizio dell’epidemia al 22 aprile 2020, con uno specifico focus sul rischio geografico di infezione.

L’indicatore prescelto come misura del rischio è il Rapporto Standardizzato di Incidenza (RSI), il cui calcolo è particolarmente importante quando si analizzano fenomeni sanitari in popolazioni di piccole dimensioni. Esso ha inoltre il valore aggiunto di far operare contemporaneamente confronti fra più popolazioni differenti utilizzando un’unica misura: infatti, dall’osservazione degli RSI, è possibile valutare se in una popolazione è stata registrata un’incidenza superiore o inferiore a quella di riferimento (che può essere rappresentata dall’incidenza cumulativa della regione Puglia per la provincia di Foggia e da quest’ultima per i singoli comuni del territorio), in un dato periodo di tempo.

Con questo procedimento, l’RSI informa “di quanto” ci si infetta di più o di meno rispetto alla popolazione di riferimento. Dalla terza settimana dell’epidemia (la n. 10 dell’anno), il rischio di infezione, che si è finora mantenuto più elevato di quello regionale, ha mostrato una progressiva riduzione fino alla settimana 15, con una risalita nella 16 (Figura 1).

Report delle indagini epidemiologiche condotte nella Provincia di Foggia a cura delle Direzioni strategiche, dei Laboratori SARS-CoV-2 e degli Operatori delle Aziende ed Enti del Servizio Sanitario provinciali, con aggiornamento al 22 aprile 2020, ore 18:00.Report delle indagini epidemiologiche condotte nella Provincia di Foggia a cura delle Direzioni strategiche, dei Laboratori SARS-CoV-2 e degli Operatori delle Aziende ed Enti
del Servizio Sanitario provinciali, con aggiornamento al 22 aprile 2020, ore 18:00. (fig1)

Considerato l’intero periodo di osservazione, in 11 dei 61 comuni è stata registrata un’incidenza superiore a quella di riferimento provinciale (Figura 2 e Tabella 1).

figura 2

Tabella 1. Rapporto Standardizzato di Incidenza (RSI) dei casi confermati di COVID-19, per comune di residenza/domicilio. Provincia di Foggia, dati al 22 aprile 2020

Comune RSI Intervallo di confidenza al 95%

Accadia 26,2% -25,1% 77,5%

Alberona 60,7% -58,3% 179,7%

Anzano di Puglia 0,0% 0,0% 0,0%

Apricena 30,3% 6,0% 54,5%

Ascoli Satriano 42,3% 0,8% 83,7%

Biccari 22,4% -21,6% 66,4%

 Bovino 851,5% 608,1% 1095,0%

Cagnano Varano 35,4% 0,7% 70,1%

Candela 23,3% -22,4% 69,1%

Carapelle 44,1% 0,9% 87,3%

Carlantino 0,0% 0,0% 0,0%

Carpino 0,0% 0,0% 0,0%

Casalnuovo Monterotaro 0,0% 0,0% 0,0%

Casalvecchio di Puglia 0,0% 0,0% 0,0%

Castelluccio dei Sauri 61,6% -23,8% 147,0%

Castelluccio Valmaggiore 99,0% -38,2% 236,1%

Castelnuovo della Daunia 43,0% -41,3% 127,4%

Celenza Valfortore 36,1% -34,7% 106,9%

Celle di San Vito 0,0% 0,0% 0,0%

Cerignola 88,8% 68,4% 109,1%

Chieuti 37,1% -35,6% 109,8%

Deliceto 34,0% -13,1% 81,1%

Faeto 297,1% -39,1% 633,2%

Foggia 71,2% 60,3% 82,1%

Ischitella 14,4% -13,8% 42,6%

Isole Tremiti 0,0% 0,0% 0,0%

Lesina 71,1% 18,4% 123,7%

Lucera 86,0% 60,3% 111,6%

Manfredonia 54,6% 39,0% 70,3%

Mattinata 0,0% 0,0% 0,0%

Monteleone di Puglia 0,0% 0,0% 0,0%

Monte Sant’Angelo 157,2% 101,8% 212,5%

Motta Montecorvino 0,0% 0,0% 0,0%

Orsara di Puglia 42,1% -16,2% 100,4%

Orta Nova 31,3% 9,6% 53,1%

Panni 72,3% -69,4% 214,0%

Peschici 76,3% 9,4% 143,1%

Pietramontecorvino 23,1% -22,2% 68,3%

Poggio Imperiale 23,0% -22,1% 68,2%

Rignano Garganico 234,5% 72,0% 397,0%

Rocchetta Sant’Antonio 0,0% 0,0% 0,0%

Rodi Garganico 35,5% -13,7% 84,6%

Roseto Valfortore 0,0% 0,0% 0,0%

San Giovanni Rotondo 370,8% 311,3% 430,3%

San Marco in Lamis 270,1% 198,7% 341,4%

San Marco la Catola 0,0% 0,0% 0,0%

San Nicandro Garganico 134,0% 88,3% 179,7%

San Paolo di Civitate 116,4% 44,3% 188,6%

San Severo 96,8% 74,9% 118,7%

Sant’Agata di Puglia 63,1% -24,4% 150,6%

Serracapriola 16,0% -15,4% 47,4%

Stornara 75,2% 15,0% 135,3%

Stornarella 92,9% 24,1% 161,7%

Torremaggiore 355,5% 282,1% 429,0%

Troia 227,8% 138,5% 317,1%

Vico del Gargano 25,8% -3,4% 54,9%

Vieste 19,2% 0,4% 38,0%

Volturara Appula 0,0% 0,0% 0,0%

Volturino 34,9% -33,5% 103,2%

Ordona 25,2% -24,2% 74,5%

Zapponeta 145,2% 37,6% 252,8%

Il calcolo degli RSI è stato gentilmente curato dai Professori Paolo Trerotoli e Nicola Bartolomeo, Statistica medica, Università di Bari.