You are here: HomeNews

News (393)

Lellentesque elit justo, dictum at facilisis nec, aliquam dignissim lectus. Donec gravida dolor in tortor convallis mollis. Donec vel risus ut turpis viverra faucibus. Aenean viverra quam sed nunc consequat vitae aliquam nisl eleifend. Praesent eros nisi, fringilla sed hendrerit nec.

Arte Cultura e Spettacoli (46)

Maecenas ligula velit, pharetra ut sagittis at, malesuada eget elit. Nunc auctor tellus et neque blandit at convallis justo commodo. Duis ornare velit eget ligula sagittis at feugiat magna accumsan. Nulla feugiat, mauris non ullamcorper accumsan, dui lectus interdum lectus, nec condimentum id velit.

FRANCESCO COLANGELO – VERTICALITY- PRIMO FILM EUROPEO FORMATO VERTICALE

FRANCESCO COLANGELO – VERTICALITY- PRIMO FILM EUROPEO FORMATO VERTICALE

  Ci è giunta  notizia di una  imminente collaborazione artistica del regista b ...

MORE

La Regione Puglia rilancia il prestito d’onore

Written by Monday, 03 February 2014 18:39

La Regione Puglia si appresta a varare nuove importanti misure per sostenere l’occupazione.

L’assessore regionale al lavoro, Leo Caroli, ha scelto l’attenta e folta platea delle Acli di Foggia per anticipare i provvedimenti, alcuni dei quali dovrebbero vedere la luce già dai prossimi giorni.

Il più importante riguarda una profonda rivisitazione del sistema degli incentivi rivolto alla creazione di nuove imprenditorialità.

Sarà profondamente rivista la filosofia del bando Start Up: in particolare, non verrà più richiesta la quota di cofinanziamento, che aveva scoraggiato molti ad accedere alle provvidenze previste dal bando. Dovrebbe essere inoltre ampliato il target dei destinatari: non solo giovani, ma anche adulti che hanno perso il posto di lavoro.

L’assessore Caroli ha anche fornito un esempio concreto di come funzionerà l’edizione 2014 del bando Start Up. Fino a 50.000 euro non è prevista alcuna forma di cofinanziamento.

La metà della somma riconosciuta dalla Regione Puglia verrà erogata a fondo perduto, il resto dovrà essere restituito con un mutuo a tasso zero, con rate che partiranno dopo sei mesi dal materiale accesso al finanziamento.

La Regione Puglia sta inoltre pensando alla possibilità di assegno di cittadinanza da riconoscerci a soggetti svantaggiati. “Non pensiamo - ha detto l’esponente del governo regionale pugliese – a forme di reddito garantito, ma piuttosto all’impiego di inoccupati e disoccupati in attività di pubblica utilità, da studiarsi assieme ai Comuni.”

L’assessore Caroli è intervenuto alla manifestazione inaugurale del nuovo Centro polivalente di servizi per il lavoro delle Acli di Capitanata (via Rovelli 48, Foggia, tel. 0881/022251), che sperimenterà nuove forme di politiche attive per il lavoro, in collaborazione con gli enti pubblici e in sinergia con il settore privato.

Il centro eroga servizi informazione, accoglienza e primo ascolto e servizi avanzati di orientamento e consulenza. È aperto ogni mattina, dal lunedì al venerdì, e nei pomeriggi di lunedì, martedì e giovedì.

CARNEVALE 2014 CON COLPO IN CANNA

Written by Monday, 03 February 2014 16:22

IL 22 FEBBRAIO 2014 L' ASSOCIAZIONE COLPO IN CANNA ORGANIZZA UNA SERATA IN MASCHERA PRESSO POSTA GUEVARA, A GIARDINETTO. IL DIVERTIMENTO E' GARANTITO PER OGNI PARTECIPANTE DI QUALSIASI ETA'.

Finalmente anche a Foggia un gruppo di acquisto solidale che permette alle famiglie un notevole risparmio nell' acquisto di prodotti alimentari perchè direttamente forniti dai produttori. I fornitori sono stati tutti accuratamente selezionati per la qualità dei prodotti e per la collaborazione offerta nei confronti delle famiglie in difficoltà in questo momento di crisi.

Ditte sparse sul territorio provinciale hanno aderito all' iniziativa che le Acli ha loro offerto e tra queste non manca qualche azienda bovinese, delicetana , di Troia, Ascoli Satriano e lo stesso Circolo Acli di Bovino.

Venerdì  31 Gennaio l' inaugurazione ufficiale del gruppo di acquisto solidale "Gasavita" nella nuova sede di Via Rovelli 48 a Foggia, con l' invito a tutti per la partecipazione alle ore 16,00.

L' inerzia degli amministratori Bovinesi sul fronte della disoccupazione giovanile non la si riscontra in nessun' altra parte dell' Italia...qui i giovani sono condannati alla "paghetta" settimanale del nonno, del papà invalido etc.etc.    quel poco di lavoro che viene offerto  è sempre mal pagato, per cui si aspettano le prossime elezioni per la solita promessa ed il temporaneo impiego per poche ore. Passate le votazioni, si sciolgono le comparizie e si ritorna peggio di prima.

Ad Orsara di Puglia qualcosa se la sono inventata ed è interessante seguirne gli sviluppi: arriva il "voucher" per il buon lavoro, una sorta di ticket che ti permette di lavorare nei servizi di cui il Comune potrebbe aver bisogno.

Questo è l' avviso con cui quell' Amministrazione dimostra di essere sensibile al problema e limita l' accesso a questa forma di sostegno ai soli residenti, mentre qui a Bovino assistiamo al solito affidamento lavori ad imprese amiche che persino per la manodopera più spicciola occupano gente di fuori :

 mentre la stampa così riporta la notizia:

ORSARA DI PUGLIA - Il Comune di Orsara di Puglia ha approvato l’avviso pubblico “Per la partecipazione alla sperimentazione di prestazioni occasionali di tipo accessorio retribuite mediante buono lavoro (voucher)”. L’avviso e la relativa domanda di partecipazione sono stati pubblicati sul sito internet ufficiale del Comune di Orsara di Puglia. Gli interessati dovranno presentare istanza di partecipazione in base allo schema predisposto dall’Ente pubblicato sul sito ufficiale del Comune di Orsara di Puglia. Per partecipare all’avviso, bisogna essere residenti nel Comune di Orsara di Puglia, essere in stato di disoccupazione, possedere un Isee di importo inferiore ai 7.500 euro. Tutte le informazioni e i dettagli dell’avviso pubblico e della domanda di partecipazione sono consultabili e scaricabili sul sito ufficiale del Comune di Orsara di Puglia

Gran festa in casa di Zia Vecenzèlla Galasso, vedova Ruscillo (Biscotto) con le nipoti (figlie di Michele) venute appositamente dall’ Olanda e col figlio Tonino giunto qualche giorno fa dal Canada.

Zia Vincenza ci tiene a dire a tutti che, nonostante l’ età, la memoria è integra per cui si intrattiene con spirito molto allegro con quanti si recano stamattina e nel pomeriggio a fare gli auguri … ha pronta una battuta per ognuno. Anche alle telefonate che arrivano da ogni parte del mondo, ci tiene a rispondere direttamente per rassicurare del suo stato fisico e mentale. L’ Amministrazione Comunale di Bovino ha voluto partecipare alla festa consegnando tramite il vice sindaco Nunno e la consigliere D’ Alessandro,  una targa ricordo . La consegna è avvenuta con una cerimonia in casa di zia Vincenza che invita tutti ad andarla a trovare nel pomeriggio di oggi (15,30) per un piccolo rinfresco.

Auguri !!

Comincia proprio male questo 2014 per i Bovinesi sostenitori dell' Amministrazione in carica ! Al di là dei manifesti di un paese che non ha visto un gran che di attrazioni ed iniziative che hanno solo dato l' immagine di un fuoco di paglia sintetica, avvelenata e nociva (basta fare una fotografia del paese per accorgersene per la sporcizia, la cantierizzazione interminabile, l' inciviltà e la sregolatezza nei rapporti e vivibilità urbana)..ed ecco che arrivano i primi proclami pubblicizzati nella maniera più deprecabile per una pubblica Amministrazione che, non avendo più cognizione di ciò che è, lascia fare tutto ai propri iscritti a libro paga per i propri ritorni di consenso. Ora anche il Monumento ai Caduti è diventata bacheca del Comune per gli avvisi pubblici, avendo perso l' indirizzo dei propri spazi ed è lì che affigge i propri manifesti. Così come è di suo uso far affiggere su porte di privati nel pieno centro, così come è solito tollerare che le affissioni avvengano in un modo barbaro ed indisciplinato (vedi i manifesti della pro-loco affissi su bacheche mobili improvvisate,  da terzo mondo !) senza che nessun vigile ne faccia mai  rapporto per le localizzazioni fuori spazio…. !!...Sì...ma i vigili ci sono?...sono credibili o sono come quelli di una città in cui li hanno preferiti di cartone agli angoli delle strade per imporre solo il timore della loro presenza?...e quelli falsi, poi,  fanno bene o più male ad un paese in cui non si trovano più nemmeno guide turistiche, oggi  improvvisate da ciabattoni (anch'essi abusivi) che traducono in latino-maccheronico le scritte lapidee (non certo originali) sparse nel centro storico, con figuracce che Bovino non merita ?!.

Senza bisogno di farla lunga (c'è sempre tempo per farlo) stamattina, ci riferiscono, l' azienda incaricata per le  affissioni, proprio sulla facciata del Monumento ai Caduti  ha appiccicato questi mini-manifesti, datati  7 gennaio ma con decorrenza 1 gennaio,  forse con un pò di ritardo (ma qui a Bovino  la cognizione del tempo si è persa non in senso positivo): è il fallimento della politica delle stupide ed inutili promesse, dell’ appariscenza e dello scambio !!

Ora ci aspettiamo i resoconti dei costi e dei ricavi per un servizio strumentale ad una logica che non riguarda un’ intera collettività !!.

I Podisti di Capitanata invitano domenica 12 gennaio tutti gli amici PODISTI ed eventuali amici CICLOAMATORI, a partecipare al 3° Raduno podistico a Bovino "Vivi i Monti Dauni", seduta di allenamento collettivo.

Il percorso si snoda da Bovino a Deliceto, percorrendo le SP 121 a SP 122. Si presenta collinare e solo al ritorno, nel tratto iniziale da Deliceto a Bovino, si affronta una salita un po' più impegnativa.


DUE LE NOVITA' DI QUEST'ANNO: possibilità di fermarsi anche a pranzo e la seconda, visita con guida turistica del meraviglioso centro storico di Bovino, uno dei Borghi più' belli d'Italia.

NOTE: Non e' prevista la presenza di vigili: si tratta semplicemente di un allenamento collettivo per cui occorre rispettare il codice della strada e non si risponde di eventuali danni a persone o cose.

SERVIZI: Ristori intermedi al 5°, 10° e 15° km. E’ previsto un ristoro all'arrivo. Possibilità di usufruire di spogliatoi e docce al termine dell'allenamento.

PERCORSO: Bovino - Deliceto andata e ritorno per circa 20 km complessivi. Il giro di boa a Deliceto è al Monumento ai Caduti in Piazza Europa. Chi non intende percorrere l’intero tragitto, può effettuare il giro di boa all’altezza del ristoro, posizionato al 5° km.

SINTESI PROGRAMMA:

Ritrovo a Parco San Felice a Foggia alle ore 7,45.

Partenza per Bovino (Foggia) alle ore 8,00.

Ritrovo a Bovino all'ingresso della Villa Comunale alle ore 8,45.

Partenza dell’allenamento alle ore 9,00.


Pranzo alle ore 13-13,30.

Breve visita guidata alle ore 15,30-16.00

Per info e adesioni per il raduno, per il pranzo (indicare il numero di adulti e bambini entro mercoledì 8 gennaio) e per la visita con guida turistica del centro storico di Bovino contattate:
Giuseppe Franza (338 1313418, email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.),
Pasquale D'Agnello (349 2691808, e mail: natascia.ostapchuk@libero.it) e
Massimo Morano (340 2303849, email This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.)
entro giovedì 9 gennaio.

Vi aspettiamo sui Monti Dauni!

I Podisti di Capitanata

E' il periodico  locale di Deliceto, l'Elce, che con indignazione e "carte alla mano" riporta la notizia della soppressione dei due comuni del sub-appennino dauno (Deliceto ed Accadia) dalle cartine geografiche regionali; fa appello  alle autorità locali per intervenire presso la Regione Puglia e chiedere il reintegro di due Comuni non meno importanti di Panni e Carpino.

IL CIRCOLO F. ROSSOMANDI ORGANIZZA IL 3 GENNAIO 2014

Written by Wednesday, 25 December 2013 11:02

L' incontro su Dante e Pasolini  alle ore 18.00 presso la sala Pio XI avrà come relatore il Prof. Renzo Scarabello

Il manifesto riporta una bellissima miniatura dell'inferno di Priamo della Quercia del XV secolo.

Bovino, furti a raffica negli appartamenti

Written by Saturday, 21 December 2013 08:17

Leggiamo dalla Redazione di Teleradioerre del 16.12.2013 23.25.08

Il fenomeno dei furti in appartamento non interessa solo la città capoluogo, ma in questi ultimi giorni sta coinvolgendo anche la provincia. A Bovino sono state svaligiate ben sei abitazioni su via Lamarmora, tra la totale indifferenza delle autorità competenti e delle Forze dell'Ordine. Quella che fino a qualche mese fa veniva considerata un'oasi felice, dopo gli ultimi colpi messi a segno, è diventata zona a rischio. La situazione è decisamente preoccupante, poiché il diffuso senso di impotenza e insicurezza è un terreno nel quale possono nascere anche atteggiamenti pericolosi per le stesse vittime dei furti.
Per ora, quindi, non resta altro da fare se non potenziare gli impianti di allarme delle abitazioni.

I nostri contatti :)