You are here: HomeCosa succede in Comune....

Cosa succede in Comune.... (152)

Dopo le numerose segnalazioni da parte dei sindaci dei comuni del Subappennino Dauno - Carlantino, Celenza Valfortore, San Marco la Catola e Motta Montecorvino - per lo scarso funzionamento del servizio del recapito della posta per conto di Poste Italiane, qualcosa è iniziato a muoversi, tanto da far arrivare la delicata questione in Parlamento. Inizia così lo sfogo del sindaco di Carlantino Vito Guerrera.
"I senatori Campanella e Bocchino, grazie all’intermediazione di Rifondazione Comunista, si sono rivolti al Ministro dello sviluppo economico, evidenziando che Poste Italiane prevedeva la chiusura in 5 anni di ben 455 uffici considerati non economici”.
Dopo la protesta dello scorso 19 gennaio - quando i sindaci dei 4 comuni dei Monti dauni invitarono le autorità a prendere i dovuti provvedimenti - la risposta di Poste Italiane. "Una risposta che lascia davvero l’amaro in bocca e un retrogusto particolare di presa in giro", scrive Guerrera.
"Il servizio di consegna - scrive l'azienda - è stato regolare fino al 2016 e ha subito un rallentamento a causa delle condizioni meteo avverse  di gennaio 2017. Il servizio non è mai stato interrotto e le code di lavorazione sono state tempestivamente  affrontate per garantire tempestività nelle consegne. Si segnalano l’assenza diffusa della numerazione civica e delle cassette postali presso le abitazioni accessibili ai portalettere sulle quali devono essere indicati i possibili destinatari”.

 

I sindaci sono ora in attesa della risposta del MiSE: "Non vogliamo e non dobbiamo essere trattati come cittadini di serie B solo perché viviamo nelle periferie”, ha dichiarato il sindaco di Carlantino Vito Guerrera.

Sono in distribuzione i depliants  della Provincia di Foggia per  la verifica dello stato di esercizio e manutenzione degli impianti termici.  E' possibile  aderire a questa campagna informativa con l' autodichiarazione effettuata attraverso i manutentori locali che hanno aderito al protocollo d' intesa della Provincia di Foggia e con quelli abilitati all' esercizio e manutenzione degli impianti di riscaldamento. Questo è il manifesto :

GIORNALINO CASTELLUCCESE - STRADE DISSESTATE

Written by Wednesday, 01 February 2017 11:04

La strada provinciale che collega Bovino – Castelluccio dei Sauri, è piena di buche, malridotta, e pericolosa in tanti tratti.

E’ quanto emerge dalla segnalazione di tanti automobilisti, camionisti, contadini e di insegnanti che ogni giorno transitano su quella strada per raggiungere il proprio posto di lavoro e che hanno inviato alcune immagini che proponiamo, chiedendo un intervento delle autorità proposte – nel caso l’ente Provincia di Foggia. Si tratta di un’arteria di comunicazione fondamentale per il trasporto. La situazione – dicono in tanti – si è aggravata ulteriormente nelle ultime settimane, a causa delle avverse condizioni atmosferiche ed ora il manto stradale è pieno di buche ed assai pericoloso per la circolazione. Chiediamo che venga ripristinata al più presto!

FABBRICATI RURALI DA REGOLARIZZARE

Written by Tuesday, 31 January 2017 07:42

Il CAF Acli informa  coloro i quali non l' abbiano già fatto che sono in arrivo le richieste di regolarizzazione dei fabbricati rurali censiti ancora nel catasto terreni del Comune, per cui ci sarà  un pò di lavoro in più per chi ha studiato a fare il geometra professionista e un grattacapo non indifferente per chi  avrà bisogno di farlo:

ISCHITELLA COME BOVINO: IL PAESE CHE NON C' E'

Written by Saturday, 28 January 2017 20:12

Ad Ischitella ci si lamenta per le disfunzioni del servizio  postale, delle banche, della sanità.... e a Bovino le cose come vanno? ...a parte i mormorii per le bollette dell' acqua .... a parte che  con la neve si è infortunato l' unico portalettere rimasto per la distribuzione a giorni alterni della posta, per cui è da qualche settimana che non viene recapitata la corrispondenza ordinaria; a parte  il buio serale e notturno nelle principali strade cittadine ; a parte i contatori dell' acqua scoppiati per il gelo; a parte che diverse attività commerciali hanno chiuso i battenti; a parte che i giovani continuano ad andar via per  mancanza di lavoro; a parte che il paese da  uno dei più puliti è diventato di quelli più sporchi del sub-appennino ed a parte....a parte... a parte tutte le chiacchiere  e le motivazioni per le quali i Bovinesi sono diventati del tutto apatici al degrado che avanza implacabilmente:  come si fa a vivere  nell' abbandono di un paese (l'isola di Bennato) che non c'è?  

NUOVA GRADUATORIA PER LE CASE POPOLARI A BOVINO

Written by Wednesday, 21 December 2016 17:41

Sono state pubblicate le graduatorie per i richiedenti l' assegnazione delle case popolari a Bovino.

Su un totale di 21 domande inoltrate entro i termini, due sono state escluse e 19 domande ammesse. 

Le graduatorie sono, al momento, provvisorie e sono soggette a variazioni per ricorsi da presentarsi entro i termini descritti nella pubblicazione delle stesse:

Avviso pubblicazione graduatoria provvisoria.

Pubblicata il 20/12/2016 

Si informa che con determinazione del Responsabile del Settore I n. 522 del 13.12.2016 è stata approvata la graduatoria provvisoria relativa al bando di concorso generale per l'assegnazione in locazione semplice di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica - anno 2016- e che da oggi 20.12.2016 la graduatoria provvisoria è stata pubblicata all’albo pretorio comunale pubblicazione n.945 del 20.12.2016 per trenta giorni. Per consultare la graduatoria aprire gli allegati alla citata pubblicazione. Si ricorda che ai sensi dell’art.3 della L.R. 10/2014 e s.m.i. entro trenta giorni dalla data di scadenza del termine di pubblicazione della graduatoria provvisoria (e quindi entro il 18.02.2017), gli interessati possono proporre ricorso alla Commissione Provinciale di Edilizia Residenziale Pubblica istituita presso il Servizio Politiche Abitative del Comune di Foggia in via Gramsci 17. Il ricorso deve essere presentato entro il temine di scadenza suindicato per il tramite del Comune alternativamente: - direttamente all’Ufficio Protocollo - tramite il servizio postale a mezzo raccomandata A/R (farà fede la data del timbro postale) - via fax al n. 0881961093 - al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. Il Comune, entro quindici giorni dalla data di presentazione del ricorso, provvederà a trasmettere lo stesso, unitamente alle proprie controdeduzioni e a ogni documento utile alla definizione del ricorso, alla Commissione suddetta. Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile contattare i Servizi sociali e scolastici del Comune ai numeri 0881966701-08.

Il Responsabile del settore I Dott.ssa A. De Carlo

GRADUATORIA GENERALE:

 

 

 

BOVINO: per le bollette pazze dell' acqua, qualcosa si muove

Written by Wednesday, 21 December 2016 09:17

Non è quello che si sperava ottenere con la  richiesta del consigliere di opposizione Lombardi,  ma almeno ha prodotto un annuncio del Sindaco e dell' Amministrazione comunale:

 

 

Questo è l' annuncio dell' Amministrazione Comunale:

Reclami e Richieste di Rettifiche delle Fatture emesse dall’Acquedotto Pugliese

Pubblicata il 20/12/2016

Per agevolare i cittadini che hanno difficoltà nella trasmissione di eventuali reclami o richieste di rettifica delle ultime fatture emesse dall’ Acquedotto Pugliese,
l’ Amministrazione Comunale comunica che è possibile rivolgersi  all’ Ufficio Tecnico per eventuali chiarimenti.
In alternativa il reclamo o la richiesta di rettifica di fatturazione può essere presentato:
  • di persona presso gli Uffici dell’Acquedotto Pugliese Via Scillitani, 5 - Foggia
  • via FAX al numero 080.2313497
  • via PEC all'indirizzo This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. (con oggetto: RECLAMO oppure RETTIFICA di FATTURAZIONE oppure INFORMAZIONE)
dalla residenza municipale, 20/12/2016
Il Sindaco
F.to  Michele DEDDA 
 
---------------------------------

PER SCARICARE IL MODELLO DI RETTIFICA CLICCARE QUI

 

CONSIGLIO COMUNALE A BOVINO IL 21 DICEMBRE 2016

Written by Friday, 16 December 2016 09:16

E' stata convocata la riunione di Consiglio Comunale di Bovino il 21 Dicembre 2016 alle ore 11,00 con i seguenti argomenti in discussione:

Così come previsto (), la tanto attesa prima bolletta dell’ acqua, sotto la gestione dell’ Acquedotto Pugliese, è finalmente arrivata, scegliendo il momento più giusto, quello delle tredicesime natalizie !! Non sappiamo con quale autorità questi nuovi gestori si permettono di  aprire le tasche dei cittadini e di imporre pagamenti per consumi non avvenuti, di fatto è certo che riescono a mettere in agitazione ed apprensione centinaia di famiglie che adesso devono fare veramente i conti nei sottofondi delle tasche. Infatti non c’è famiglia che non abbia, oltre all’ allaccio idrico di casa principale,  uno nel box, nella cantina, nella casa ereditata ed abbandonata etc.etc. Ebbene, per molte di queste utenze, l’ Acquedotto Pugliese ha inviato bollette di acconto per oltre 260,00 euro, senza aver provveduto ad effettuare le letture dei contatori e dando un periodo molto ristretto per pagare, periodo in cui un utente, pur volendo rendersi conto presso gli uffici dell’ Ente gestore di come si è potuto richiedere tanto, avrà moltissime difficoltà a farlo, visto il periodo di festività.

Bisogna tener conto che, con la chiusura della gestione comunale del servizio idrico, l’ Amministrazione di Bovino ha comunicato a tutti gli utenti il numero dei consumi a contatore  alla data del 1.10.2015 e chiesto i dovuti pagamenti.  Quindi un riferimento di partenza c’è, però manca la lettura finale che l’ AQP avrebbe dovuto effettuare prima della fatturazione.  Tanto non è stato fatto e l’ Ente gestore, d’ imperio, notifica i pagamenti in acconto di presunti consumi che non rispondono ad una logica giustificata.

…e allora uno pensa alle centinaia di lettere raccomandate arrivate pochi mesi fa a tantissimi utenti con cifre esorbitanti per allacci da farsi su utenze già attive (molte richieste superavano i 2.000,00 euro) e lì ci hanno poi detto che s’è trattato di un errore , quindi, di non tenerne conto …. e, se andiamo ancora più indietro negli anni , in campagne elettorali si  sono addossate colpe inesistenti ad amministratori che non pagavano all’ AQP le bollette del Comune e molti hanno creduto fosse vero, dando ragione all’ AQP che ne ha goduto in questi ultimi anni, incassando tutto quello che ha voluto e concordato con la classe dirigente di questo Comune.

Come farà il Cittadino a rincorrere  tutte queste difficoltà?.

E’ il momento in cui l’ Amministrazione Comunale deve intervenire  nei confronti dell’ AQP con molta energia  per evitare tanti disagi e non scrollarsi dalle responsabilità dicendo che il problema non è più di sua competenza! Bisogna chiedere all’ AQP la sospensione di tutte le bollette emesse per i consumi presunti, pretendere la lettura reale dei contatori e la emissione delle fatture sui consumi verificati, dando un discreto margine di tempo a coloro che non risiedono più a Bovino  per effettuare e comunicare l’ auto-lettura  in tutte quelle case e locali chiusi.

Queste sono le bollette in distribuzione:

BOVINO - CONSIGLIO COMUNALE 30 NOVEMBRE 2016

Written by Monday, 28 November 2016 07:39

Il Consiglio Comunale di Bovino si riunirà in seduta straordinaria Mercoledì 30 Novembre 2016 alle ore 11,00 per discutere 5 argomenti di cui all' ordine del giorno seguente:

I nostri contatti :)