You are here: HomeLinkNewsBOTTA E RISPOSTA TRA SINDACO DI BOVINO E ALEX FILOMENO

BOTTA E RISPOSTA TRA SINDACO DI BOVINO E ALEX FILOMENO

Published in News Thursday, 06 December 2018 09:27

Dopo la pubblicazione dell' intervista del Sindaco di Bovino sul periodico Elce di Novembre , arriva la risposta di Alex Filomeno dall'Australia che puntualizza alcune affermazioni del Sindaco in maniera differente da come queste sono state espresse sulla stampa. Anche in questo caso ci limitiamo solo a pubblicare il post-risposta del signor Filomeno  sul web e la nota del Sindaco in risposta all' interrogazione dei Consiglieri Russo Stefania e Totaro Michele:

La risposta di Alex Filomeno:

Questa è la mia risposta all intervista che il Sindaco ha fatto con il giornale Elce: 

Caro Sindaco,

Scrivo questa lettera come risposta alla sua intervista nel numero 133 di Elce che e’ stata pubblicata a Novembre 2018.

Nel leggere la Sua risposta resto ancora una volta sorpreso e perplesso.

Nella sua intervista Lei sostiene che Io avevo il desiderio di mantenere la proposta riservata; in realta’, e’ stato proprio Lei ha suggerire, anche in presenza di Michele D’Andrea, di non voler rendere pubblica la mia proposta. E’ stato solo dopo ripetute sollecitazioni da parte di Andrea verso Nicolo, suo colloboratore che, prioprio il giorno prima che io partissi, la lettara e’ stata resa pubblica. Lei ha riportato, inoltre, che non era al corrente della situazione il che mi sorprende in quanto, come Primo Cittadino, avrebbe dovuto essere informato dei progressi e impegnarsi nello sviluppo della suddetta proposta.

Lei, nella sua intervista, sostiene che ha fatto incontri con altri enti per analizzare la fattibilita’ economica della mia idea e che, dopo questi incontri, si e’ capito che non c’erano gli spazi/finanziamenti per sviluppare la mia proposta.

Proseguendo nella lettura della lettera ho notato anche che stava pensando/analizzando la fattibilita’ di altre idee sociali, come una casa famiglia.

Mi chiedo, come mai non mi ha tenuto al corrente di questi incontri? Come mai non mi ha fatto sapere che l’idea della casa di riposo non era fattibile? Il mio rammarico nasce proprio da questa forma di menefreghismo.

Sono sicuro che ha letto attentamente la lettera che ho scritto; quella lettera che Lei giudica “dura e offensiva”. Nella lettera io ho soltanto criticato la mancaza di comunicazione e di rispetto che Lei, nella sua intervista, ha confermato.

Io, Sindaco, sono una persona veramente spontanea e sincera che voleva fare un qualcosa di grande per il Nostro amato Paese.

Nella Sua intervista, leggo che, secondo Lei, avrei dovuto o versare il mio capitale in una Fondazione, o che avrei potuto finanziare altre Fondazioni benefiche gia’ esistenti come “la Fondazione Valleverde”. (Come SIndaco, Lei e’ il primo Cittadino del paese.. vada in piazza a chiedere cosa la gente dice di suddetta fondazione). Purtroppo, Sindaco, io vivo a piu’ di 20,000km di distanza e “versare/regalare” una considerevola somma di denaro in Fondazioni controllate da qualcun’altro e’ assolutamente fuori discussione.

Alla fine della Sua lettera, Sindaco, cita “sedi legali” facendo trapelare la possibilta’ di una querela. Signor sindaco, anzicche’ usare denaro pubblico con avvocati, lo utilizzi per aiutare l’economia locale. Io sono in impreditore e sono stato capace, con tanta fatica e tanto lavoro, di mettere in piedi un qualcosa di cui, il nostro paese, con I suoi cittadini, puo’ andare fiero. Sindaco, io ho 70 anni e nella mia vita nessuno mi ha mai manipolato.. tanto meno un’opposizione che non mi ha appartiene.

Questa offerta non voleva ne supportare Lei come Sindaco in carica a svantaggio dell’opposione  e tanto meno questa lettera vuole supportare l’opposizione a Suo svantaggio; quindi, Sindaco, tenga I suoi avvocati impegnati per qualcosa di piu’ importante.

Alla fine di questa lettera, ancora amereggiato per non essere stato capito, ritiro la mia offerta in quanto non solo I miei valori e la mia onesta’, come Bovinese emigrato, sono stati messi in discussione ma anche perche’ il mio gesto e le mie emozioni non sono state rispettate.

Cari Bovinesi, sto gia’ lavorando su altre idee che saranno messe a disposizione di VOI tutti senza il bisogno di supporto da parte di nessuno.

In fede,

Alessandro

-------------

La risposta del Sindaco all' interrogazione dei consiglieri  Russo Stefania e Totaro Michele:


 

Last modified on Thursday, 06 December 2018 12:21

I nostri contatti :)