You are here: HomePoesie dialettaliNewsACQUA - RISPOSTA DEL SINDACO DI BOVINO PER LA RACCOLTA FIRME

ACQUA - RISPOSTA DEL SINDACO DI BOVINO PER LA RACCOLTA FIRME

Published in News Friday, 29 December 2017 12:05

Tre mesi ci son voluti per ottenere una risposta dell’ Amministrazione Comunale  ad una richiesta firmata  da 888 cittadini tendente a ritornare alla gestione diretta della rete idrica e fognante, col recupero e la riattivazione delle sorgenti locali, visto che col  passaggio di gestione di un servizio così  indispensabile si sono creati non pochi disagi nel periodo di maggiore affluenza turistica a Bovino per la mancanza di acqua, nonché l’ impennata dei costi per tutte le utenze.

 

 

    La petizione popolare, infatti,   partita in agosto su iniziativa di un ristretto numero di persone, venne consegnata al Comune di Bovino il 14 Settembre scorso ed i promotori della stessa  hanno aspettato invano una risposta fino al  giorno 11 Dicembre, giorno in cui  hanno inviato all’ Amministrazione comunale un sollecito a rispondere , prima di segnalare alle autorità competenti  questo  atteggiamento evasivo e scorretto.

 

      Così , finalmente, il 22 Dicembre è arrivata la lettera del Sindaco nella quale ci si limita ad una giustificazione sull’ andamento dei fatti che non chiariscono come mai altri Comuni in condizioni simili a quelle di Bovino, sono riusciti a mantenere la gestione diretta del servizio idrico locale; né spiega perché la convenzione ha previsto il passaggio parziale  della rete comunale (quella più conveniente per l' Acquedotto Pugliese) e non il passaggio  dell' intera rete idrica e fognante del paese,  lasciando al Comune la gestione della parte più “scomoda”, quella delle periferie e delle contrade rurali in cui la gestione è  più onerosa, lì dove è più difficoltoso  fare interventi perché non si hanno risorse finanziarie a sufficienza,  mezzi e personale, ove è più difficile fare controlli, escludendo,  quindi,  la possibilità di attingimento dalle nostre sorgenti le cui acque adesso vengono disperse e sono  alla mercé  di chiunque voglia servirsene.

 

 In pratica non ci si rende ancora conto del grave danno arrecato al paese!!

 

Last modified on Saturday, 30 December 2017 21:05

I nostri contatti :)