MANGIARE BOVINESE

Laganelle al sanguinaccio, una delle ricette proibite di Genoeffa

Laganelle al sa...

E' una ricetta molto antica e che adesso...

Orecchiette fatte a mano

Orecchiette fat...

                 Ingredienti: ...

Timballo di maccheroni

Timballo di mac...

Maccaroune a lu furn Ingredienti x ...

Orecchiette al cacioricotta

Orecchiette al ...

  Il cacioricotta e’ il tipico formag...

Orecchiette con la rucola

Orecchiette con...

Piatto primaverile-estivo de...

Museo Civico Bovino

You are here: HomeVideoNewsBOVINO - COMUNE NON ROSSO ... CHE VA SEMPRE ....SEMPRE DI PIù IN ROSSO!!

BOVINO - COMUNE NON ROSSO ... CHE VA SEMPRE ....SEMPRE DI PIù IN ROSSO!!

Published in News Wednesday, 01 May 2019 20:07

...… tanto per restare in tema di colori, è la consigliera Russo Stefania che ci aggiorna sull’ andamento del Consiglio Comunale riunitosi il 30 u.s. con all’ordine del giorno il rendiconto di bilancio 2018 del nostro Comune  che presenta una situazione allarmante, per niente chiara e men che trasparente!!

A quasi un anno dalla nuova amministrazione non bastavano le preoccupazioni generate dai rilievi della Corte dei Conti in merito ai bilanci del 2014 e 2015 ,  è notevolmente peggiorata la  situazione economica del paese e si assiste a un continuo aumento delle imposte comunali , una continua chiusura di esercizi commerciali ed attività, svendita delle case per causa di tasse ed imposte insostenibili, allontanamento dei giovani a cercar lavoro altrove, azzeramento di talune entrate che erano fino a qualche anno fa sostegno alle casse comunali (permessi per costruire, oneri di urbanizzazione etc.).

Intanto, leggiamoci  e meditiamo su ciò che ci dice la consigliera di opposizione  Stefania Russo della lista di Alternativa per Bovino su come si è svolto il Consiglio Comunale: 

     Lo so, lo so…è il 1° maggio, non avete voglia di leggere un noioso rendiconto del Consiglio comunale di ieri, ma piove, quindi potete dedicarmi due minuti dato che ieri è stato approvato il Rendiconto 2018 che per noi di Alternativa per Bovino non era approvabile per diversi motivi. Prima di tutto perché alcuni documenti sono stati messi a disposizione dei consiglieri solo il 15/4/2019, quindi non “almeno 20 giorni prima dell’inizio della sessione consiliare in cui viene esaminato il Rendiconto, come stabiliscono sia il TUEL all’Art.227, comma 2, sia il Regolamento di contabilità all’Art.69, comma 4. Sembrerebbe un cavillo, ma non lo è: la delibera è impugnabile e a rischio di essere annullata poiché quanto affermato a pag. 4 (Verificato che copia del rendiconto e dei documenti allegati sono stati messi a disposizione dei consiglieri comunali nel rispetto dei tempi e delle modalità previste dal regolamento comunale) è falso.
Ma la delibera non era approvabile anche per un altro motivo: si afferma il falso quando a pag. 3 si dice “gli agenti contabili interni a materia e a danaro hanno reso il conto della propria gestione”; il Revisore nella Relazione afferma esattamente il contrario, e cioè che non sono state presentate le rese del conto degli agenti contabili e afferma che in caso di inadempimento l’ente dovrà provvedere alla segnalazione alla Corte dei conti. Noi ricordiamo che il Revisore aveva già fatto presente questa anomalia nel Verbale del 13/11/2018, ma nonostante siano passati più di cinque mesi, nulla è stato fatto in merito.
Ma non è tutto: l’Ente non ha rispettato il divieto di assunzione previsto dal D.L. 24 giugno 2016, n.113, art.9 comma quinquies, divieto derivato dal mancato rispetto del Patto di stabilità; il Revisore chiede di “quantificare l’onere inerente l’utilizzo, fuori dall’orario di lavoro dell’Ente di appartenenza , dell’attività lavorativa dei dipendenti a tempo determinato di altra amministrazione locale in accordo con il Comune di Deliceto fino alla data del 4/10/2018” e di attivare “le procedure a tutela dell’ente”. Ci chiediamo: si prefigura un danno erariale? E chi ne è responsabile? 
Ma i rilievi continuano: l’Ente, dice il Revisore “erroneamente”, (ma noi a questo punto ci chiediamo se tutte queste anomalie sono attribuibili a meri “errori”), non ha trasmesso alla Procura le delibere di riconoscimento dei debiti fuori bilancio del 2018 (art.23 L.289/2002, c.5), ben 223.901,74 Euro. 
Perché non si è provveduto, nei giorni trascorsi dalla data della trasmissione della Relazione del Revisore, a mettere in atto provvedimenti e misure per tutelare l’Ente rispetto alle situazioni messe in rilievo dal Revisore?
Il Revisore afferma, inoltre, che la relazione della giunta è “scarna”. Noi aggiungiamo che nella versione a noi inviata è illeggibile in quanto scansionata in modo da tagliare i margini destro e sinistro.
Ma passiamo a rilievi di carattere politico: riguardo alle entrate, rispetto al 2017 aumentano, seppur solo di 6000 Euro circa, quelle derivanti dalla TASI, mentre diminuiscono quelle di IMU (-37.083,60) e TARI (-10.935,00), mentre risultano non riscosse le Sanzioni per violazione codice della strada e i Contributi per permessi di costruire. Ma anche i fitti attivi e i canoni patrimoniali vengono incassati in misura minore rispetto agli accertamenti, soprattutto i Fitti di fondi rustici e quelli degli alloggi di edilizia popolare.
Ci viene da fare una battuta: che bisogno c’era di pagare un vigile per fare le multe, violando anche il divieto di assunzione, se poi non sono state neanche riscosse? Certamente l’utilità di questa operazione, se così si può dire, sta nel fatto che queste somme vengono poi considerate “residui attivi”, con la conseguenza di falsare i risultati. Ricordiamo che nella deliberazione 144/2018 la Corte dei conti, in relazione al controllo sui rendiconti degli esercizi 2014 e 2015 del Comune di Bovino, tra le altre violazioni, rilevava proprio la mancata riscossione dei residui attivi, e anche il Revisore sollecita l’attivazione di procedure per il recupero crediti del Comune. 
Se le entrate diminuiscono, l’indebitamento invece aumenta: da €1.069.442,01 nel 2017 a €4.860.879,15 nel 2018, con la misteriosa voce “rettifica per allineamento” che fa quasi quintuplicare il debito rispetto all’anno precedente. Ci sembra un andamento davvero preoccupante, in un Comune come il nostro dove la popolazione è in continua diminuzione.
E comunque, buon Primo maggio!

Last modified on Thursday, 02 May 2019 09:30

CERCA NEL SITO

I nostri contatti :)